lunedì 30 novembre 2009

La Forza è con lui

A MARGHERITA HACK DOVEROSO... SPAZIO

Lettera aperta al premier Silvio Berlusconi .
Caro cavaliere, perché non ha il coraggio di affrontare i suoi vari processi, invece di impegnare per mesi il parlamento a trovare un modo per evitarli, violando la costituzione che afferma che “la legge è uguale per tutti” e non “per tutti eccetto Silvio”?Abbia un po’ più di coraggio e di fiducia nella giustizia. Se è innocente non ha nulla da temere. Se invece sa di essere colpevole dia le dimissioni.E abbia anche un po’ più di rispetto per la democrazia e il parlamento. Se i suoi colleghi deputati e senatori del suo partito non sono d’accordo con lei hanno tutto il diritto di esprimerlo e lei non ha il diritto di minacciarli di espellerli dal suo partito, che non è la sua azienda.(da Micromega) http://www.insertosatirico.com/

Le preoccupazioni del Csm, Nicola Mancino: Sono a rischio processi per omicidio"

ROMA. Per effetto del ddl sul processo breve sono a rischio reati di "sicuro rilievo sociale come gli omicidi e le lesioni con colpa professionale, così come i reati di natura economica e finanziaria o contro la pubblica amministrazione".
Lo ha detto il vice presidente del Csm, Nicola Mancino, davanti alla Commissione Giustizia del Senato. Mancino ha aggiunto che "nessuno di tali reati riesce ad essere ultimato nell'arco del biennio" L'ex presidente del Senato ha poi aggiunto: ''Allo stato nessuno puo' dire con sufficiente certezza a quanto ammonti la percentuale di processi che ricadrebbero nella sanzione di estinzione ipotizzata nel ddl in discussione. Cio' che in questo momento è possibile ricostruire - ha aggiunto - è la condizione delle diverse realta' giudiziarie del Paese ed effettuare un conteggio non troppo approssimativo del numero dei processi a rischio''. Mancino ha poi aggiunto che, considerando i riti alternativi (in certi uffici superano il 60%) è ''agevole pronosticare che la prospettiva di beneficiare di ragioni di estinzione del processo possa indurre gli imputati a sottrarsi alla utilizzazione di tali strumenti deflattivi, con conseguente incremento dei dibattimenti penali e della durata dei medesimi''. Continua ... http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/politica/giustizia-19/processi-brevi/processi-brevi.html

S.O.S. per Marco De Santis, a rischio di morte per violenze

In chi è appassionato per vocazione al giornalismo d’inchiesta e a quello partecipativo-sociale, la coscienza non può restare insensibile nè di fronte alle grandi conquiste e vittorie di civiltà, libertà, democrazia, nè di fronte ad ingiustizie inaudite, gravissime e inqualificabili. La vocazione si accresce quando è accompagnata dalla genuina e sentita convinzione che attraverso l’impegno ed il dovere di verità si possa anche arrecare del bene a qualcuno o impedire a qualcun altro di essere coinvolto in vicende analoghe.Mi è capitato d’imbattermi in una storia stupefacente d’ingiustizia, una di quelle che non puoi ascoltare senza avvertire il bisogno di fare qualcosa, se non altro facendola emergere dalla cappa di silenzio assordante, omertoso e, quindi, raccontarla, per salvare chi l’ha vissuta sulla propria pelle e quanti altri cittadini potrebbero inciamparci in futuro.
Leggi tutto:
http://www.agoravox.it/attualita/cronaca/article/s-o-s-per-marco-de-santis-a-11135

La ricostruzione in Abruzzo tra mafia, corruzione e disinteresse

"Le speculazioni saranno impossibili, ricostruiremo in 6 mesi tenendo fuori speculazione e mafia".
Con queste esatte parole, il 17 aprile 2009, appena 11 giorni dopo il devastante sisma abruzzese, il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi inaugurava l’inedita fase di ricostruzione virtuosa: tempi record e piena legalità.Un piano talmente innovativo da risultare inedito ancora oggi.Dopo quasi 8 mesi i cittadini insediati presso C.A.S.E. o M.A.P. sono appena 6 mila. 19 mila le persone ancora sparse tra gli alberghi e le caserme dell’intera regione. Tutte le altre: sistemate autonomamente in abitazioni alternative o dentro la propria casa lesionata.Sono questi stessi numeri ufficiali della Protezione Civile a mostrare come, dopo 8 mesi, ci si trovi (inevitabilmente) in una fase di post-emergenza, con le tendopoli ancora nella fase finale di smantellamento. La "ricostruzione", questo termine troppo spesso usato a sproposito, a L’Aquila non assume alcun significato.Per quanto concerne gli interessi illeciti e le contaminazione mafiose, le lodevoli intenzioni dell’esecutivo e del suo primo rappresentante non sembrano essersi tradotte in fatti concreti. Gli eventi degli ultimi mesi dipingono un quadro impietoso: tre ditte allontanate su ordine della Prefettura dell’Aquila per probabili contaminazioni mafiose, oltre 300 appalti sotto indagine della DIA, sei indagati per un’ipotesi di corruzione e turbativa d’asta per gli appalti di ricostruzione.Il tutto quando la ricostruzione vera e propria non è nemmeno cominciata.
Continua ...
http://www.agoravox.it/attualita/cronaca/article/la-ricostruzione-in-abruzzo-tra-11195

Finanziaria: arriva il pacchetto del governo, 14 emendamenti

ROMA - Arriva il pacchetto di emendamenti a firma del governo alla Finanziaria. Le proposte di modifica presentate in commissione Bilancio alla Camera sono 14. Slitta l'avvio del vaglio di ammissibilità sugli oltre 2.400 emendamenti presentati alla Finanziaria in discussione in commissione Bilancio alla Camera e fissato in un primo momento per oggi alle 18 ma che stasera non si terrà. Sarà ora un ufficio di presidenza a stabilire il nuovo calendario sul provvedimento.
Leggi tutto:
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2009/11/30/visualizza_new.html_1622284590.html

MAFIA: FINI, LEGGE SUI PENTITI C'E' E VA BENISSIMO

Roma, 30 nov. - (Adnkronos) - Il presidente della Camera Gianfranco Fini, ospite di 'Porta a porta' non condivide l'opinione del senatore Marcello Dell'Utri in favore di una nuova legge che regolamenti il fenomeno dei pentiti. Il presidente della Camera, dopo aver ricordato quanto affermato dal sottosegretario dell'Interno Alfredo Mantovano secondo il quale in base alla legge attuale i pentiti "non possono fare dichiarazioni a rate", ha dichiarato: "La legge gia' oggi prevede sei mesi di tempo" ambito nel quale devono essere fatte le dichiarazioni e percio' "cosa dobbiamo cambiare? La legge e' quella e -ha sottolienato Fini- mi sembra che vada benissimo".
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/MAFIA-FINI-LEGGE-SUI-PENTITI-CE-E-VA-BENISSIMO_4055920125.html

IRAN: 5 BRITANNICI FERMATI DALLA MARINA DI TEHERAN

Londra, 30 nov. - (Adnkronos) - Cinque civili britannici in navigazione a bordo di uno yacht tra il Bahrein e Dubai sono stati fermati dalla marina iraniana lo scorso 25 novembre. I cinque , ha reso noto il Foreign Office - non escludendo che l'imbarcazione possa aver sconfinato inavvertitamente in acque territoriali iraniane - sono ancora trattenuti in Iran.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/IRAN-5-BRITANNICI-FERMATI-DALLA-MARINA-DI-TEHERAN_4056036168.html

AFGHANISTAN: MICHAEL MOORE SCRIVE A OBAMA, NO ALL'AUMENTO DELLE TRUPPE

Washington, 30 nov. (Adnkronos) - Il regista-attivista Michael Moore ha scritto una lettera aperta al presidente Barack Obama, ammonendolo in qualita' di 'comandante in capo' contro l'aumento delle truppe in Afghanistan. "Quando l'abbiamo eletta -ha scritto Moore- non ci aspettavamo miracoli. Non ci aspettavamo un grande cambiamento. Ma ci aspettavamo qualcosa. Pensavamo che lei fermasse la follia. Che fermasse il massacro. Che fermasse l'insana idea che uomini con i fucili possano riorganizzare una nazione che non ha nemmeno le funzioni di una nazione e non l'ha mai avute", ha scritto Moore nella lettera pubblicata sul suo sito web ufficiale (michaelmoore.com)."Lei vuole davvero essere il nuovo 'presidente della guerra'? Se lei andra' a West Point domani notte e annuncera' che vuole incrementare, invece di ritirarle, le truppe in Afghanistan, lei diventera' il nuovo presidente della guerra", sottolinea Moore riferendosi all'annuncio atteso per domani sera dall'Accademia Militare di West Point (si parla di 30.000 soldati in piu'). "Con un solo discorso, domani, lei potra' trasformare una moltitudine di giovani, che sono stati la spina dorsale della sua campagna elettorale, in cinici disillusi. Potra' insegnargli che quello che hanno sempre sentito dire e' vero e cioe' che tutti i politici sono uguali", aggiunge Moore che e' attualmente impegnato nella promozione in Asia del suo ultimo documentario "Capitalism: A Love Story" che non ha ottenuto i risultati sperato al box office statunitense, con 14 milioni di dollari incassati in nove settimane ('Fahrenheit 9/11' ne incasso' 119). In aggiunta alla lettera -secondo quanto riporta la Cnn- Moore questa settimana, da Tokyo, ha inviato un altro messaggio al presidente Obama. Questa volta da parte del padre, che e' un veterano della Seconda Guerra Mondiale: "Le giro una richiesta da parte di mio padre e di un suo amico giapponese: 'Mr. Obama, lei non conosce la guerra. Noi si', e non la vogliamo piu'".
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/AFGHANISTAN-MICHAEL-MOORE-SCRIVE-A-OBAMA-NO-ALLAUMENTO-DELLE-TRUPPE_4055960507.html

Mafia, i magistrati: utilizzabili le dichiarazioni di Spatuzza

ROMA (30 novembre) - Sono utilizzabili le dichiarazioni del pentito Gaspare Spatuzza. E' quanto affermano ambienti giudiziari siciliani, replicando alle dichiarazioni rese ieri dal sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano, secondo il quale che ci sarebbero state violazioni di legge nella gestione del pentito Gaspare Spatuzza, che ha tirato in ballo Silvio Berlusconi e Marcello Dell'Utri come i referenti politici della mafia.Le sezioni unite della Cassazione, nel 2009, con la sentenza 1149, hanno stabilito che le dichiarazioni rese dai pentiti dopo 180 giorni dall'inizio della collaborazione, sono utilizzabili ai fini investigativi e anche in dibattimento qualora, in quella sede, vengano confermate, affermano a Palermo. Se il collaboratore di giustizia non le ripete al processo o si avvale della facoltà di non rispondere, non saranno contestabili. Secondo Mantovano invece, le dichiarazioni dell'ex braccio destro dei boss Graviano sul premier sarebbero inutilizzabili in quanto rese dopo i sei mesi dall'inizio del pentimento, data entro la quale, per la legge, il collaboratore deve indicare tutti gli argomenti su cui riferirà ai magistrati.
Continua ...

Parmalat: Tanzi aiuto' Berlusconi

PARMA - Calisto Tanzi, ex patron del gruppo Parmalat, avrebbe finanziato anche Silvio Berlusconi. Lo ha confessato lui stesso nell'udienza del processo parmigiano per il crac del colosso alimentare in corso a Parma. ''Berlusconi aveva chiesto un aiuto per fondare il suo partito. - ha ricostruito Tanzi - Partecipai ad una riunione ad Arcore assieme ad altri imprenditori e lui ci disse che fare pubblicita' sulle sue reti andava bene ugualmente''. (RCD)
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Politica/Parmalat-Tanzi-aiuto-Berlusconi/30-11-2009/1-A_000064589.shtml

ACCELERATORE PARTICELLE CERN: RECORD ENERGIA

AGI/AFP) - Ginevra, 30 nov. - Il piu' grande acceleratore di particelle del mondo, il Large Hadron Collider (LHC), ha battuto il record mondiale di energia, 1,18 Tev, tramite livelli di accelerazione mai raggiunti prima. Lo ha reso noto il Cern, spiegando che la sofisticata macchina e' oggi il piu' potente acceleratore di particelle del mondo, avendo accelerato fasci di protoni a livelli energetici di 1,18 Tev. Il precedente record era del Fermi Laboratory, negli Usa, che nel 2001 aveva raggiunto 0,98 Tev. L'esperimento in corso al laboratorio europeo del Cern punta a ricreare le condizioni che esistevano una frazione di secondo dopo il Big Bang.
http://www.agi.it/estero/notizie/200911300948-est-rt10010-acceleratore_particelle_cern_record_energia

Maltempo, temperature giù e pioggia in arrivo al Sud. Acqua alta a Venezia

Roma, 30 nov. (Adnkronos/Ign) - Temperature in calo nelle prossime ore in tutta Italia. Al Nord la pioggia diminuirà, mentre le precipitazioni resteranno intense sul Centro. Nella notte, poi, la perturbazione che in queste ore interessa le regioni settentrionali e centrali si sposterà sulla Campania, per estendersi domani al resto del Sud. Durante la notte, sono previste nevicate sulle Alpi fino a 1.000 metri, sull'Appennino settentrionale fra 1.000 e 1.200 metri e sull'Appennino centrale intorno ai 1.300 metri. Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche che prolunga ed estende quelli già diffusi e che prevede da domani precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale di forte intensità, sulle regioni meridionali e sulla Sicilia. Venti forti dai quadranti occidentali persisteranno sulle isole maggiori con possibili mareggiate lungo le coste esposte. Nei prossimi giorni, tempo ancora instabile mercoledì, mentre per giovedì si prevede un miglioramento, al quale dovrebbero seguire altre perturbazioni.
Continua ... http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Maltempo-temperature-giu-e-pioggia-in-arrivo-al-Sud-Acqua-alta-a-Venezia_4054640496.html

domenica 29 novembre 2009

Chavez: Israele vuole sterminare i palestinesi

CARACAS - Il presidente venezuelano Hugo Chavez ha detto che Israele sta cercando di “sterminare il popolo palestinese”. Lo ha detto il presidente venezuelano Hugo Chavez ricevendo ieri a Caracas il capo dell'Autorità nazionale palestinese, Mahmoud Abbas. Chavez ha inoltre sostenuto l’idea della costituzione uno Stato palestinese indipendente con Gerusalemme, Al-Quds, come capitale. "Siamo dalla parte della lotta del popolo palestinese contro lo Stato genocida di Israele, che distrugge, uccide e mira a sterminare i palestinesi", ha detto Chavez. "Ribadiamo il nostro massimo impegno e la nostra massima solidarietà per la creazione di uno Stato palestinese indipendente con la città santa di Al-Quds, Gerusalemme, come capitale", ha aggiunto. Abbas dal canto suo ha respinto il piano israeliano di interrompere temporaneamente la costruzione di nuovi insediamenti in Cisgiordania definendo “insufficiente”. Per Abbas, il primo ministro sionista Benjamin Netanyahu “ha scelto la politica di occupazione piuttosto che la pace. "L'annuncio da parte di Netanyahu di fermare per 10 mesi la costruzione di nuovi insediamenti ebraici in Cisgiordania, non porterebbe a nulla perché l'occupazione è destinata a continuare nella West Bank ea Gerusalemme Al-Quds", ha detto Abbas.
http://italian.irib.ir/index.php/notizie/palestina-news/9308-chavez-israele-vuole-sterminare-i-palestinesi.html

Iran/Nucleare, Brasile si oppone a nuove sanzioni

BRASILIA - L’ambasciatore del Brasile presso l'Agenzia internazionale per l'energia atomica ha affermato che l’approvazione di un nuovo round di sanzioni contro l'Iran, per il suo programma nucleare, “sarebbe inutile”. Secondo l'ambasciatore Antonio Guerreiro la decisione presa dall’Aiea di imporre ulteriori sanzioni a Teheran "porterà solo ad un irrigidimento della posizione iraniana". Lo scorso venerdì, il Brasile si è astenuto dalla votazione del Consiglio dei Governatori dell'Aiea che ha approvato nuove sanzioni all'Iran per la costruzione dell'impianto di arricchimento di Qom, vicino a Teheran. Brasile si è astenuto dal voto, perché "il dialogo è meglio del confronto", ha aggiunto Guerreiro intervistato dal quotidiano brasiliano O Globo. La risoluzione dell’Aiea, che è stato sponsorizzata dalla Germania, invita l'Iran a sospendere l'arricchimento dell'uranio e fermare immediatamente la costruzione del suo nuovo impianto nucleare. "La risoluzione apre la strada alle sanzioni ... e le sanzioni non portano a nulla", ha detto Guerreiro. L’Aiea dopo anni di ispezioni intrusive in Iran non ha mai trovato prove di una diversione di materiale nucleare dall’uso civile a quello militare, il livello di arricchimento per l’impianto sarebbe solo fino al 5 per cento, e dalle precedenti relazioni l’Agenzia Onu avevano confermato che l’Iran nel suo primo impianto di arricchimento a Natanz era riuscita solo ad arricchire l’uranio-235 fino ad un livello “inferiore al 5 per cento”. L’uranio, il combustibile per una centrale nucleare, può essere utilizzato per scopi militari se arricchito a livelli elevati di oltre il 90 per cento. Mentre le potenze occidentali accusano l’Iran di costruire siti per la produzione di armi nucleari i paesi in via di sviluppo sostengono il diritto di Teheran nel costruire centrali per l’energia nucleare.
http://italian.irib.ir/index.php/notizie/politica/9318-irannucleare-brasile-si-oppone-a-nuove-sanzioni.html

Germania: strage civili in Afghanistan, si dimette l'ex ministro della difesa

BERLINO - Un giorno dopo le dimissioni di un altro funzionario del governo anche l'ex ministro della Difesa tedesco e attuale ministro del Lavoro, Franz Josef Jung (Cdu), ha rassegnato le dimissioni. Il ministro della Difesa tedesco Karl-Theodor zu Guttenberg aveva costretto alle dimissioni il capo delle forze ar­mate, Wolfgang Schneiderhan, e un segretario di Stato del suo mi­nistero, Peter Wichert: sono col­pevoli di avere nascosto informa­zioni su almeno trenta civili mor­ti in Afghanistan a causa di un raid aereo ordinato dal comando tedesco nell'area di Kunduz lo scorso 4 settembre. "Mi prendo la responsabilita' della politica d'informazione del ministero della Difesa nei confronti del ministro sugli avvenimenti del 4 settembre a Kunduz", ha detto Jung, negando implicitamente le accuse a lui rivolte di avere occultato le prove sulla presenza di vittime civili nel raid. Jung che al momento della strage era il ministro della Difesa, ha insistito che nel raid sono stati uccisi "solo i terroristi talebani".
http://italian.irib.ir/index.php/notizie/politica/9311-germania-strage-civili-in-afghanistan-si-dimette-lex-ministro-della-difesa-.html

Iran, approvata la costruzione di dieci nuovi impianti d’arricchimento

TEHERAN - Due giorni dopo la nuova risoluzione dell’Agenzia Onu per l’energia nucleare che chiede all'Iran di interrompere le sue attività nucleari, il Consiglio dei ministri ha ordinato all’organizzazione per l'energia atomica iraniana (Oea) di costruire altri dieci siti di arricchimento d’uranio. Lo ha riferito la PressTv. Secondo l’approvazione del governo del presidente Mahmoud Ahmadinejad, l'Oea dovrebbe iniziare entro due mesi la costruzione di cinque nuovi impiati richiesti mentre l'Organizzazione valuterà dove collocare gli altri cinque. La decisione è stata adottata al termine di un Consiglio dei ministri presieduto dal presidente Mahmoud Ahmedinejad, e ha l'obiettivo di provvedere alla produzione di 20.000 megawatt di elettricità per uso domestico. Il Consiglio dei ministri ha anche annunciato di voler valutare nel prossimo consiglio dei ministri, in calendario mercoledì, la possibilità di produrre dell’uranio arricchito al 20% necessario ad alimentare un reattore con finalità mediche a Teheran. Il Consiglio ha aggiunto che la Repubblica islamica dovrebbe darsi come obiettivo una produzione di 250-300 tonnellate di combustibile nucleare l'anno e che comunque il progetto sarà discusso nella prossima riunione del governo. I nuovi impianti nucleari che saranno costruiti in Iran avranno le stesse dimensioni di quello di Natanz.
http://italian.irib.ir/index.php/notizie/politica/9321-iran-approvata-la-costruzione-di-dieci-nuovi-impianti-darricchimento.html

Alluvioni in Arabia saudita, almeno 103 morti, protesta arriva in Rete

JEDDAH - Arriva su Facebook la protesta di migliaia di cittadini sauditi dopo che più di 100 persone hanno perso la vita a causa delle inondazioni nella città di Jeddah sul Mar Rosso. Loro che contestano le autorità della monarchia del Golfo Persico, hanno aperto su Facebook il forum in arabo 'Campagna nazionale per salvare la città di Jeddah'. Già oltre undicimila gli iscritti a una media di 300 nuove adesioni l'ora. ''Il disastro è accaduto a causa dell'inefficienza delle infrastrutture'', scrive al Zahrani, coordinatore della campagna. Un avvocato saudita ha anche dichiarato che farà causa alle autorità per le povere condizioni delle infrastrutture della città, con molta gente che vive in costruzioni abusive costruite in letti asciutti dei fiumi. I servizi di emergenza sauditi hanno detto oggi che il bilancio delle vittime delle alluvioni nei pressi del porto di Jeddah questa settimana ha raggiunto quota 103, con circa 1.400 persone salvate dalle acque. Lo riferisce l'agenzia di stampa statale.
http://italian.irib.ir/index.php/notizie/politica/9331-alluvioni-in-arabia-saudita-almeno-103-morti-protesta-arriva-in-rete.html

Svizzera: minareti, Amnesty costernata

ROMA - Amnesty International si e' detta "costernata" dal risultato del referendum che proibisce in Svizzera la costruzione di minareti. La sezione elvetica ha giudicato la decisione una "violazione della liberta' di religione". (RCD)
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Svizzera-minareti-Amnesty-costernata/29-11-2009/1-A_000064439.shtml

Ponte Stretto: don Ciotti, unisce due cosche non due coste

(ANSA) - CASALECCHIO (BOLOGNA), 29 NOV - 'Quel ponte non unisce due coste ma due cosche'. Don Luigi Ciotti, presidente di 'Libera', sul ponte sullo Stretto. Don Ciotti chiede di posticiparne la realizzazione per dedicare quelle risorse ad asili, scuole, ferrovie. Lo ha fatto da 'Politicamente Scorretto', la Tregiorni di Casalecchio di Reno, in cui l'ideatore della rassegna, lo scrittore Lucarelli, rilancia l'appello per destinare alla cultura parte dei beni confiscati alla mafia.
http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/sicilia/2009/11/29/visualizza_new.html_1622144255.html

MALTEMPO: ALLERTA DELLA PROTEZIONE CIVILE DA STASERA

(AGI) - Roma, 29 nov. - La Protezione Civile ha emesso un allerta meteo che prevede da stasera venti forti con raffiche di burrasca su tutta la penisola e le due isole maggiori con mareggiate lungo le coste esposte. Precipitazioni diffuse sulle regioni settentrionali e sull'alta Toscana; nevicate localmente abbondanti su Alpi e prealpi al di sopra dei 1400-1700 metri.
http://www.agi.it/rubriche/ultime-notizie-page/200911291852-cro-rom0099-maltempo_allerta_della_protezione_civile_da_stasera

Mafia, Carlo Lucarelli: ''Dal premier parole sciocche, mettono a rischio noi scrittori''

Roma, 29 nov. (Adnkronos) - La frase pronunciata dal premier "mette a rischio" gli scrittori che si occupano di mafia. Così Carlo Lucarelli commenta le affermazioni fatte da Silvio Berlusconi a Olbia. "Quelle affermazioni mi sembrano una grande sciocchezza, perche' non e' certo scrivendo di mafia che si crea la mafia; anzi, semmai il contrario", commenta Lucarelli ai microfoni di Cnr media. "Quella frase - aggiunge lo scrittore - mette a rischio tutti noi, perché scriviamo di problemi italiani quindi anche di quello. La mafia già c'è, noi ne scriviamo, facciamo capire alle gente quali sono i meccanismi che la producono e che la fanno crescere, sperando che serva a toglierla di mezzo. Non è non parlando delle cose che le cose non esistono più. E' molto più facile chiudere gli occhi, girarsi dall'altra parte soprattutto quando certi temi danno particolarmente fastidio, piuttosto che affrontarli direttamente". "Noi facciamo in modo diverso - continua Lucarelli - crediamo che i problemi vadano affrontati di petto e subito, e che vadano risolti, non nascosti. Io lo vedo - conclude - dalle persone che incontro, dalle mail che riceviamo, dai ragazzi che incontro nelle scuole o durante altre iniziative. Da parte di tutti c'e' una grande curiosità e un grande interesse a sapere cosa è successo per capire cosa puo' succedere".
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Mafia-Carlo-Lucarelli-Dal-premier-parole-sciocche-mettono-a-rischio-noi-scrittori_4051404328.html

MAFIA: DI PIETRO, BERLUSCONI BUGIARDO, VADA DAI MAGISTRATI

Roma, 29 nov. (Adnkronos) - ''Se c'e' una persona bugiarda e' Silvio Berlusconi. Infatti, ha uno strano modo di combattere la mafia: tenendosela a casa e portandola in Parlamento. Invece di continuare a fare proclami, vada dai magistrati a farsi giudicare e spieghi loro i rapporti che ha intrattenuto con imprenditori e altri personaggi vicini alla mafia''. Lo afferma Antonio Di Pietro, leader dell'Italia dei valori, replicando alle affermazioni del presidente del Consiglio.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/MAFIA-DI-PIETRO-BERLUSCONI-BUGIARDO-VADA-DAI-MAGISTRATI_4051894726.html

MAFIA: DELL'UTRI INSISTE, MANGANO E' STATO UN EROE

Roma, 29 nov. (Adnkronos) - ''Ho detto che Mangano e' stato un eroe e lo ripeto. Il suo comportamento e' stato eroico, non so se avrei fatto lo stesso: in carcere, malato, invitato a parlare di Berlusconi e di me ha detto: non ho nulla da dire, mi hanno fatto solo del bene, mi hanno dato da lavorare...''. Lo afferma il senatore del Pdl, Marcello Dell'Utri, ospite di Lucia Annunziata a In mezz'ora.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/MAFIA-DELLUTRI-INSISTE-MANGANO-E-STATO-UN-EROE_4051991395.html

Natalie aggredisce fotografo in via Gradoli. China: ''Brenda? Non è stato un incidente''

Roma, 29 nov. (Adnkronos) - Un fotografo è stato aggredito questa mattina in via Gradoli a Roma dalla trans Natalie, coinvolta nel caso Marrazzo. Natalie, dopo aver notato il fotografo che era al lavoro con un giornalista de 'Il Tempo', gli avrebbe strappato dalle mani la macchina fotografica, gettandola poi a terra. Sul posto è intervenuta una volante della Polizia che ha identificato i presenti. Intanto, China, la migliore amica di Brenda, intervenendo a 'Domenica Cinque' durante un dibattito sulla morte della trans Brenda ha dichiarato: "Ho visto Brenda un'ora e mezzo prima di morire; quella sera non era ubriaca. Il giorno prima di morire mi ha regalato una statuetta di Padre Pio e una di Santa Caterina da Cascia. Non credo che sia morta per un incidente perché non hanno trovato sigarette e lei aveva l'abitudine di fumare e buttare fuori le sigarette". A proposito del rapporto tra Brenda e l'ex governatore del Lazio Piero Marrazzo, China ha affermato che ''Brenda dopo un festino mi ha chiamata e mi ha detto di andare a vedere quanto l'aveva pagata un cliente e mi ha fatto vedere che aveva 28 mila euro anche se mi ha detto che erano 30 mila. Mi ha detto che glieli aveva dati Marrazzo".
Continua ...
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Natalie-aggredisce-fotografo-in-via-Gradoli-China-Brenda-Non-e-stato-un-incidente_4051673835.html

Usa, quattro poliziotti uccisi in un agguato vicino a una base aerea

Washington- (Ign) - Quattro poliziotti sono morti vicino alla base aerea di McChord nello Stato di Washington. "Gli hanno sparato -ha detto Ed Troyer, il portavoce dello sceriffo della contea di Pierce County alla Bbc online- mentre si trovavano in un bar". Dai primi rilievi sembra che si sia trattato di un agguato e non di una rapina. Secondo le prime ricostruzioni, gli agenti erano seduti a un tavolo del locale quando sono stati raggiunti da un sicario che ha aperto il fuoco freddandoli sul posto. "Erano seduti con il loro computer - ha aggiunto il 'portavoce - nel locale quando è entrato un uomo che ha sparato all'impazzata. Dai primi rilievi sembra che fossero loro gli obiettivi".
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Usa-quattro-poliziotti-uccisi-in-un-agguato-vicino-a-una-base-aerea_4052582324.html

«Berlusconi dovrebbe strozzarsi da solo visto che la fiction su Riina è di Canale 5»

MILANO - Non si fa attendere la replica di Michele Placido a Silvio Berlusconi. Il premier dichiara che strozzerebbe volentieri gli autori di film e libri come La Piovra «che ci fanno fare una così bella figura» nel mondo? Il Cavaliere, risponde l'attore, «si dovrebbe autostrozzare perché Il capo dei capi (una fiction televisiva su Salvatore Riina, ndr) è un prodotto di Canale 5. Firmato: il Commissario Cattani». GLI ATTENTATI - «Ha ragione Berlusconi - ironizza lo storico protagonista delle prime quattro serie della Piovra, contattato dall'Adnkronos - la mafia non esiste: gli attentati a Falcone e Borsellino, a Firenze, Milano e Torino erano solo riprese cinematografiche dirette da Damiano Damiani, Florestano Vancini e Luigi Perelli (alcuni tra i registi della serie, ndr)». «Questa volta mi pare il premier Berlusconi abbia fatto un po' autogol - aggiunge - perché La Piovra è roba di tanti anni fa, mentre le fiction tv più recenti sulla mafia, da Il capo dei capi a quelle su Falcone e Borsellino le ha fatte suo figlio per Mediaset».
Leggi tutto:
http://www.corriere.it/politica/09_novembre_28/piovra_berlusconi_placido_mafia_191584ea-dc28-11de-abb8-00144f02aabc.shtml

Svizzera/ Blac block a corteo anti-Omc a Ginevra, 14 arresti

Ginevra, 29 nov. (Ap) - Quattordici persone sono state arrestate ieri a Ginevra a seguito dei violenti scontri scoppiati durante un corteo di protesta contro l'Organizzazione mondiale per il commercio (Omc). Alla manifestazione hanno partecipato alcune migliaia di persone (3mila secondo la polizia, 5mila secondo gli organizzatori), ma protagonisti delle violenze sono stati 200 black bloc che hanno infranto vetrine di negozi e banche e incendiato alcune auto. La polizia ha impiegato gas lacrimogeni, proiettili di gomma e idranti per isolare i manifestanti incappucciati e vestiti di nero, che sono riusciti comunque a causare ingenti danni. La manifestazione era stata convocata contro una riunione dell'Omc, che si terrà domani.
http://www.apcom.net/newsesteri/20091129_050300_4ab8392_77341.shtml

sabato 28 novembre 2009

miracoli

A chi tocca adesso?

"Il mio inferno in carcere per aver sfidato il regime"

ROMA - A volte capita che fuori dall'Inferno ti aspetti il Paradiso. È successo a Maziar Bahari, 42 anni, reporter irano-canadese di Newsweek e collaboratore di altri media internazionali: pochi giorni dopo essere stato rilasciato dal carcere di Evin, dove è stato rinchiuso per quasi quattro mesi nelle settimane successive alla contestata rielezione di Mahmud Ahmadinejad alla presidenza dell'Iran, sua moglie Paola ha dato alla luce la loro prima figlia, Marianna Maryam. "È bellissima - racconta lui - per ora non fa altro che mangiare e dormire". Sarà la bambina, sarà la libertà ritrovata, ma la voce di Bahari è serena. Non è scontato per uno che ha passato 118 giorni nelle mani dei Guardiani della rivoluzione con l'accusa di essere una spia. Signor Bahari, come è cominciato il suo incubo? "Era il 21 giugno. Si sono presentati a casa mia in quattro. Mia madre ha aperto e le hanno detto che avevano una lettera per me. Hanno perquisito la mia stanza e poi mi hanno portato via. "Lei è nostro ospite", mi hanno detto. C'erano cinque macchine fuori dalla porta. Quando ho visto la strada ho capito che andavamo ad Evin".
Continua ...
http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/esteri/iran-9/maziar-bahari/maziar-bahari.html

Mafia: Saviano replica a Berlusconi

ROMA - Arriva anche da Roberto Saviano la replica alle parole di Silvio Berlusconi che si e' "sfogato" contro chi scrive di mafia. "Raccontare le contraddizioni - ha scritto Saviano in una nota diffusa dal suo staff - significa amare il proprio paese e non diffamarlo. Scrivere significa resistere e tentare di dare gli strumenti per cambiare". "Il mio pensiero - ha aggiunto l'autore di Gomorra - va alle famiglie di chi e' morto per scrivere di mafia. Immagino oggi il loro dolore. Per quanto mi riguarda continuero' a scrivere di poteri criminali". (RCD)
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Cronache/Mafia-Saviano-replica-Berlusconi/28-11-2009/1-A_000064215.shtml

Cucchi, la guerra dei testimoni, nuove accuse a carabinieri e agenti

ROMA - "Mi hanno ammazzato di botte i carabinieri: me le hanno date tutta la notte". Lo avrebbe confidato Stefano Cucchi al suo compagno di cella, la numero 6, nella medicheria di Regina Coeli, la notte del 16 ottobre, 24 ore dopo il suo arresto. Finora è l'unica accusa agli uomini dell'Arma per il pestaggio del trentunenne arrestato e morto, dopo una settimana, con due vertebre rotte, traumi al viso e alla testa e il corpo segnato da sospette bruciature di sigaretta. Arriva dal carcere sotto forma di lettera. Tre pagine scritte a mano, in maiuscolo, da un tunisino e indirizzate al senatore Stefano Pedica che le ha consegnate ieri in Procura. Sulla morte di Cucchi calano così altre ombre ed è battaglia tra testimoni. I magistrati, che hanno già sentito il tunisino, danno poco credito alla sua lettera. Lo scenario fin qui disegnato dalle indagini, insomma, non cambierebbe: il pestaggio si sarebbe consumato nel sotterraneo del tribunale e gli autori sarebbero i tre agenti penitenziari indagati per omicidio preterintenzionale (omicidio colposo è invece l'accusa a tre medici del reparto carcerario dell'ospedale Sandro Pertini dove Cucchi è morto denutrito e disidratato). Gli inquirenti diffidano del nuovo racconto del tunisino perché il primo era molto più vago. E poi, gli altri tre detenuti nella medicheria di Regina Coeli non hanno puntato il dito contro i carabinieri. Come il supertestimone africano la cui deposizione esce ora confermata da un albanese e due italiani che udirono le urla e il pianto di Cucchi dalle loro celle nel sotterraneo del tribunale, mentre aspettavano di essere chiamati per il processo.
Leggi tutto:
http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/cronaca/morte-cucchi-3/lettera-testimone/lettera-testimone.html

Mafia: Claudio Fava, "Berlusconi parla come un mafioso"

ROMA - "Silvio Berlusconi parla come un mafioso. Strozzare per far tacere e' sempre stato il linguaggio di Cosa Nostra: evidentemente da oggi e' anche quello del governo italiano". Claudio Fava, uno dei leader di 'Sinistra e Liberta', ha commentato cosi' l'uscita del premier su quanti scrivono libri sulla mafia. "Giuro li strozzerei", ha detto in particolare Berlusconi durante un convegno ad Olbia. Giuseppe Fava, il padre di Claudio, fu assassinato da Cosa Nostra a Catania il 5 gennaio 1984. Fondo' lo storico giornale antimafia 'I Siciliani'. (RCD)
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Politica/Mafia-Claudio-Fava-Berlusconi-parla-mafioso/28-11-2009/1-A_000064126.shtml

Mafia: Donadi, "Premier disonora la memoria delle vittime"

ROMA - ''Se il premier pensa davvero che la mafia sia un fenomeno editoriale o cinematografico disonora la memoria e il coraggio di chi, per combatterla, ha perso la vita o e' costretto a vivere sotto protezione''. Lo dice il capogruppo dell'Italia dei valori alla Camera, Massimo Donadi, che invita Berlusconi a ''chiedere scusa immediatamente alle vittime della mafia e alle loro famiglie'', dopo le dichiarazioni riguardo agli autori della 'Piovra' e dei libri sull'argomento. (RCD)
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Politica/Mafia-Donadi-Premier-disonora-memoria-vittime/28-11-2009/1-A_000064148.shtml

Treno deraglia in Russia: 39 vittime e 100 feriti. La strage provocata da una bomba

Mosca, 28 nov. (Adnkronos/Ign) - Il deragliamento del treno Mosca-San Pietroburgo che ha provocato 39 morti e un centinaio di feriti è stato causato dall'esplosione di una bomba. Lo hanno riferito gli investigatori russi incaricati di indagare sulle cause dell'incidente avvenuto ieri sul Nevsky Express Mosca-San Pietroburgo . Secondo quanto si legge in una nota della commissione d'indagine federale, gli investigatori hanno rinvenuto sulla scena del disastro "elementi di un congegno esplosivo". Secondo il capo del servizio segreto interno Fsb, Alexander Bortnikov, che ha incontrato il presidente Dmitry Medvedev per comunicare l'esito delle prime indagini condotte, la bomba che ha provocato il deragliamento ha avuto una potenza esplosiva pari a sette chili di tritolo. Tra i feriti c'è anche un cittadino di nazionalità italiana. Lo conferma la Farnesina precisando che l'uomo non è in gravi condizioni e ha già parlato con il Consolato italiano ed i suoi familiari. Si trova ricoverato all'ospedale i Valdaj e si prevede che sarà trasferito a San Pietroburgo. L'Unità di Crisi del Ministero degli Esteri è in contatto con le autorità consolari e l'Ambasciata di Mosca che stanno seguendo la vicenda sin dalle prime ore immediatamente dopo l'incidente.
Continua ...
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Treno-deraglia-in-Russia-39-vittime-e-100-feriti-La-strage-provocata-da-una-bomba_4050263372.html

MAFIA: DE MAGISTRIS, BERLUSCONI UMILIA CHI LA COMBATTE

Roma, 28 nov. (Adnkronos) - "Ridurre la mafia a barzelletta e' un atteggiamento indegno da parte di chi riveste il ruolo di presidente del Consiglio''. Lo afferma Luigi de Magistris dell'Idv.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/MAFIA-DE-MAGISTRIS-BERLUSCONI-UMILIA-CHI-LA-COMBATTE_4050468998.html

Ogni stacolo all'informazione dovrebbe essere considerato reato

In Italia i giornalisti minacciati, vittime di danneggiamenti e ritorsioni personali sono tantissimi, come ha dimostrato “Ossigeno per l’informazione”, l’osservatorio della FNSI-Ordine dei giornalisti sui cronisti minacciati e le notizie oscurate sulla violenza. Il Rapporto 2009 ha contato nel triennio 2006-2008 quarantasei episodi che coinvolgono circa 200 giornalisti, ed è una stima per difetto (confrontare su www.fnsi.it e www.odg.it alla pagina OSSIGENO). Ai giornalisti vittime di violenze fisiche si sommano quelli intimiditi con azioni giudiziarie abnormi che spesso si concretizzano in richieste di risarcimento in sede civile per cifre esorbitanti. Al momento, oltre ai casi arcinoti e paradigmatici delle citazioni miliardarie del premier Silvio Berlusconi contro “La Repubblica” e “l’Unità”, ce ne sono pendenti svariate decine nei confronti di giornalisti spesso poco noti e per importi che superano le disponibilità economiche personali e dei loro giornali. C’è uno stillicidio di nuovi episodi di questo genere.Non siamo quindi di fronte a un fenomeno che si manifesta episodicamente, ma a comportamenti diffusi e ricorrenti, che trovano terreno facile in una cultura e in un quadro giuridico che considera alla leggera i comportamenti messi in atto per ostacolare indebitamente la funzione di servizio pubblico che ogni giornalista assolve mentre è impegnato a informare l’opinione pubblica. Lo sa ognuno di questi giornalisti presi di mira, che fa una enorme fatica per far valere il diritto di cronaca: deve dimostrare di essere titolare di tale diritto e di svolgere una funzione di pubblico interesse. Una situazione difficile, scomoda che ricorda l’assurda condizione in cui si trovavano le vittime di mafia fino al 1985, cioè prima dell’inserimento nel Codice Penale dell’art. 416 bis, quello che ha riconosciuto la fattispecie del reato di associazione mafiosa. Fino ad allora, per avere giustizia, ognuna di quelle vittime doveva dimostrare l’esistenza della mafia.Allora poniamoci questa domanda: se in Italia vengono compiuti innumerevoli atti indebiti per comprimere, limitare, condizionare, cancellare la libertà di stampa e di espressione sancita dall’art.21 della Costituzione, non sarebbe il caso di prevedere un reato specifico per queste violazioni? E anche un’aggravante specifica per i reati contro la persona (intimidazioni, minacce, percosse, danneggiamenti) commessi per limitare l’esercizio della libertà di espressione e di cronaca di un giornalista?
Continua ...
http://www.articolo21.org/232/notizia/ogni-stacolo-allinformazione-dovrebbe-essere.html

Giustizia, Berlusconi 'nega' avvisi garanzia: Nulla contro di me

Roma, 28 nov. (Apcom) - Ufficialmente si parla di "sopraggiunti impegni istituzionali". Ufficiosamente si dice che la fitta agenda della giornata, completata in serata anche da una cena a Villa Madama con i vertici di Alitalia, abbia reso difficile incastrare la trasferta. Di certo c'è che in extremis il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha annullato la visita a Camarda dove avrebbe dovuto consegnare un nuovo lotto di case ai terremotati abruzzesi, con tanto di finestra televisiva in diretta su Canale 5. E subito è partito il giallo sulla vera motivazione, con un tam tam più insistente di altri: la voce dell'imminente arrivo di un avviso di garanzia. Tanto insistente che alla fine è il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Paolo Bonaiuti, a dover precisare: "Escludiamo nel modo piú deciso che sia in arrivo un qualsiasi atto correlato alle indagini di Firenze e Palermo. Non esiste. E' fin troppo facile - dice - smentire ciò che non c'è". Palazzo Chigi, dunque, ostenta sicurezza. Anche in privato - viene riferito - il premier avrebbe assicurato che "non hanno niente contro di me".
Continua ...
http://www.apcom.net/newspolitica/20091128_050940_15a278e_77290.shtml

Il debito pubblico USA oltre i 12.000 miliardi di dollari

Nel più assoluto silenzio dei media statunitensi e di tutto il mondo, il debito pubblico USA, il 16 novembre ha toccato e superato, per la prima volta nella storia, i 12.000 miliardi di dollari. I dati relativi al debito pubblico vengono pubblicati giornalmente, attorno alle ore 14 (ora di New York) sul sito del Tesoro statunitense e si riferiscono a quelli del giorno precedente. Il debito pubblico USA continua a crescere incessantemente. Dieci anni fa, nell’anno fiscale relativo al 2000, il debito pubblica USA cresceva, rispetto all’anno precedente, solamente di 17,91 miliardi di dollari, attestandosi a 5.674 miliardi. E’ bene precisare che l’anno fiscale USA inizia il primo ottobre e termina il 30 settembre dell’anno successivo; pertanto l’anno fiscale del 2000 va dal primo ottobre del 1999 al 30 settembre del 2000. Nel 2001 il debito pubbico USA cresceva di 133 miliardi di dollari; nel 2002 la crescita era di 420 miliardi; poi, per cinque anni di seguito, fino all’anno fiscale 2007 il debito pubblico USA cresce annualmente di circa 500/550 miliardi. Nel 2008 raddoppia: in un solo anno aumenta di 1.017 miliardi. Nel 2009 (01/10/2008-30/09/2009), quasi un altro raddoppio: cresce di altri 1.885 miliardi.
Continua ...
http://www.agoravox.it/attualita/economia/article/il-debito-pubblico-usa-oltre-i-12-11173

RUSSIA: TRENO DERAGLIATO, SI INDAGA SU ATTO DI TERRORISMO

(AGI) - Mosca, 28 nov. - La procura generale russa ha aperto un'indagine per terrorismo e detenzione illegale di esplosivi in merito all'incidente del treno passeggeri Nevsky, il cui bilancio e' di 39 morti. Il treno, in viaggio da Mosca a San Pietroburgo, era uscito dalla carreggiata tra Alyoshinka e Uglovka, a circa 350 chilometri da Mosca, nella regione di Novgorod.
http://www.agi.it/rubriche/ultime-notizie-page/200911280854-pol-rom0014-russia_treno_deragliato_si_indaga_su_atto_di_terrorismo

venerdì 27 novembre 2009

SEPARAZIONI TRAUMATICHE

ARRESTATO IL PROF CHE CHIEDEVA SESSO IN CAMBIO DI UN TRENTA(PROF ROSSITTO ATENEO DI CATANIA)

E' matematico...

Toga Rossa

SCHIFANI MIANACCIATO DALLA MAFIA ...

Puzza di...

Legittimo impedimento

giovedì 26 novembre 2009

Oppure Dio, a scelta

LA SALVA-NANO

Berlusconi: Toghe attentano al governo - E al Pdl: "Chi critica fuori dal partito"

ROMA - Berlusconi attacca a tutto campo davanti all'ufficio di presidenza del Pdl. Batte i pugni sul tavolo, dopo settimane di polemiche con Fini e con i finiani, lanciando un aut-aut ai contestatori: chi non è d'accordo se ne va dal partito. Ma insieme parte di nuovo con violentissime accuse alla magistratura, indicata come una forza eversiva che "attenta alla vita del governo" e "rischia di portare il Paese sull'orlo della guerra civile". L'attacco del premier ai magistrati, riportato da alcuni dei partercipanti al summit, appare particolarmente violento. Ha parlato di una persecuzione giudiziaria nei suoi confronti, spiegando le ragioni che obbligano a metter mano alla riforma della giustizia. Perché, dice il premier, "è in atto un tentativo di far cadere il governo" condotto soprattutto dalla magistratura "che ha preso una deriva eversiva". Un tentativo - ha aggiunto - che porta il Paese sull'orlo della guerra civile". Poi l'affondo sul fronte interno, con un vero ultimatum nei confronti dei finiani: il programma di governo - ha detto in sostanza il premier - è chiaro ed è stato sottoscritto da tutti in campagna elettorale. "Su ogni tema si decide a maggioranza e chi non è d'accordo occorre che si adegui. Chi non condivide è fuori"
http://www.repubblica.it/2009/10/sezioni/politica/berlusconi-varie-3/berlusconi-su-magistratura/berlusconi-su-magistratura.html

Irlanda: nuovo rapporto su preti e pedofilia

LONDRA - Il Telegraph anticipa alcuni dettagli del nuovo rapporto su violenze ai minori da parte della Commissione dell'arcidiocesi di Dublino. Secondo il quotidiano quattro arcivescovi, tra cui il cardinale Desmond Connell, verranno citati per come hanno gestito centinaia di accuse contro sacerdoti. Decine di abusi sessuali compiuti da preti cattolici sarebbero stati coperti per decenni dai vertici della chiesa cattolica irlandese. Si tratta della terza inchiesta che scuote la chiesa cattolica d'Irlanda negli ultimi quattro anni. (RCD)
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Irlanda-nuovo-rapporto-preti-pedofilia/26-11-2009/1-A_000063555.shtml

Processo Mills: domani udienza di smistamento per Berlusconi

MILANO - Udienza di smistamento alle 8 di domani mattina per il processo al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, accusato di corruzione in atti giudiziari in riferimento ai 600 mila dollari che avrebbe pagato per comprare due testimonianze di David Mills. Il collegio presieduto da Nicoletta Gandus dovra' lasciare la pratica, essendo diventato incompatibile per aver gia' giudicato il legale inglese. Dallo stesso collegio l'indicazione, poi, dei nomi dei giudici della decima sezione penale che prenderanno in carico le udienze, e la data in cui ci sara' la ripresa effettiva del processo. (RCD)
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Cronache/Processo-Mills-domani-udienza-smistamento-Berlusconi/26-11-2009/1-A_000063611.shtml

Brenda/ Trovati dei video nel computer della trans

Roma, 26 nov. (Apcom) - Sono stati trovati dei video nel computer di Brenda, la trans deceduta il 20 novembre scorso e che era stata sentita come testimone nell'inchiesta sul ricatto all'ex presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo. Il dato, riscontrato dagli esperti nominati dalla Procura di Roma, è ancora complessivo, e i magistrati allo stato non avrebbero visionato di persona i file. "Nessuno li ha aperti", si assicura. Per questo non è certo di che tipo di filmati si tratti. E quanto siano grandi o spazio occupino nella memoria di 130 gigabyte che è "salvata" Il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e il pm Rodolfo Maria Sabelli, oggi, hanno lavorato su altre indagini, si sottolinea. Secondo quanto si è appreso, comunque, l'attività degli investigatori delegati alle verifiche è andata avanti su altro materiale che è stato sequestrato nell'ambito dell'inchiesta seguita sul ricatto a Marrazzo. "Dati rilevanti" sarebbero stati trovati sia su cellulari che su pc che erano nella disponibilità di alcuni dei 4 carabinieri "infedeli" e che sono stati arrestati il 22 ottobre scorso. In giornata, poi, è stata consegnata ai pm la consulenza medico-legale definitiva su Gianguerino Cafasso, che confermerebbe che la droga presa dall'uomo era eroina "camuffata" da cocaina.
http://www.apcom.net/newscronaca/20091126_185505_3d3b975_77156.shtml

AFGHANISTAN: USA VOGLIONO 10. 000 SOLDATI DA NATO

(AGI) - New York, 26 nov. - Gli Stati Uniti stanno cercando di convincere gli alleati della Nato a inviare altri 10.000 soldati in Afghanistan. Secondo qiuanto scrive il "New York Times", e' questo il contributo che Barack Obama vorrebbe aggiungere ai rinforzi statunitensi che annuncera' nel discorso alla nazione dall'Accademia militare di West Point, martedi' prossimo. per il quotidiano americano i membri della Nato e gli altri Paesi alleati non sarebbero pero' disponibili a spingersi oltre i 5000 militari, "ripescati" tra l'altro tra quelli gia' inviati come rinforzi per le recenti elezioni o per addestrare l'esercito e la polizia afghane. Bia
http://www.agi.it/rubriche/ultime-notizie-page/200911261231-cro-rom0032-afghanistan_usa_vogliono_10_000_soldati_da_nato

TLC: ENTRO GENNAIO TETTO A SMS E TARIFFE AL SECONDO

(AGI) - Roma, 26 nov. - Entro il mese di gennaio, gli sms non potranno costare piu' di 11 centesimi (+ Iva), cioe' non si prevederanno tariffe superiori a quelle previste nel Regolamento comunitario. Non solo, ma i principali operatori italiani introdurranno la tariffazione al secondo per i clienti che lo richiederanno. Le novita' sono annunciate dall'Agcom e sono le risposte trasmesse da TIM, Vodafone, H3G e Wind, che - spiega l'Autorita' in un comunicato - "si differenziano per caratteristiche e modalita' di applicazione in coerenza con il carattere concorrenziale del mercato".
http://www.agi.it/rubriche/ultime-notizie-page/200911261658-eco-rom1046-tlc_entro_gennaio_tetto_a_sms_e_tariffe_al_secondo

'NDRANGHETA: BLITZ POLIZIA DI CROTONE, 37 PROVVEDIMENTI RESTRITTIVI E SEQUESTRI

Crotone, 26 nov. - (Adnkronos) - E' in corso una vasta operazione antimafia che vede impegnati oltre 400 uomini della Polizia nell'esecuzione di 37 provvedimenti restrittivi e numerosi sequestri patrimoniali nei confronti di appartenenti alle famiglie mafiose piu' influenti del crotonese.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/NDRANGHETA-BLITZ-POLIZIA-DI-CROTONE-37-PROVVEDIMENTI-RESTRITTIVI-E-SEQUESTRI_4041561411.html

CAMORRA: RETATA CLAN SARNO, ARRESTATO CONSIGLIERE COMUNALE

Napoli, 26 nov. (Adnkronos) - Tra gli arrestati presunti appartenenti al clan Sarno vi e' anche un consigliere comunale di Napoli Achille De Simone, iscritto al Gruppo misto ma eletto nelle liste del Pdci. L'indagato sostiene la maggioranza di centrosinistra a Palazzo San Giacomo guidata dal sindaco Rosa Russo Iervolino.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/CAMORRA-RETATA-CLAN-SARNO-ARRESTATO-CONSIGLIERE-COMUNALE_4042531992.html

''Cucchi è morto per abbandono terapeutico''

Roma, 26 nov. (Adnkronos) - Stefano Cucchi è morto "per abbandono terapeutico" un'ora prima rispetto a quanto denunciato e "senza che nessun medico lo avesse visitato". E' la conclusione alla quale sono giunti cinque parlamentari del Pd-Pdl del comitato 'Verità per Stefano Cucchi' che stamattina hanno fatto un'ispezione nel reparto detenuti dell'Ospedale Pertini dove il geometra romano è deceduto. "Stefano è morto per abbandono terapeutico - ha detto il presidente del comitato Luigi Manconi - C'è anche una sorta di confessione da parte di un medico che dopo cinque giorni dal ricovero al Pertini scrisse per ben due volte che Cucchi rifiutava di nutrirsi fintanto che non lo avessero fatto parlare con il suo difensore. Insomma un atto di protesta per un mancato diritto".
Continua ...
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Cucchi-e-morto-per-abbandono-terapeutico_4043023911.html

Giovane detenuto muore a Regina Coeli, ''cause naturali''. Era in carcere per droga

Roma, 26 nov. (Adnkronos/Ign) - "Un uomo di 32 anni è morto, apparentemente per cause naturali, all'interno del centro clinico del carcere romano di Regina Coeli". Lo ha reso noto il garante dei detenuti del Lazio, Angiolo Marroni. "A quanto appreso l'uomo, Simone La Penna, era in carcere per reati legati alla droga - continua Marroni - ed è stato trovato morto questa mattina nel suo letto. Soffriva di anoressia nervosa e, dalle analisi, risultava una carenza di potassio nel sangue. A Regina Coeli era arrivato dal reparto medico per detenuti dell'ospedale 'Belcolle' di Viterbo". "Si allunga l'elenco dei morti in carcere - ha commentato Marroni - ed è giusto che, anche se sembra una morte naturale, la magistratura faccia chiarezza. In generale io credo che siano maturi i tempi per una riflessione complessiva: il carcere non è certamente il luogo più adatto per i malati gravi".
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Giovane-detenuto-muore-a-Regina-Coeli-cause-naturali-Era-in-carcere-per-droga_4043023698.html

mercoledì 25 novembre 2009

Afghanistan/Obama chiama Berlusconi:Da Italia ok a rafforzamento

Roma, 25 nov. (Apcom) - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha ricevuto oggi una telefonata da parte del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Nel corso della "cordiale conversazione è stata esaminata principalmente la situazione in Afghanistan ed il presidente americano ha illustrato i punti salienti della revisione strategica che l'Amministrazione Usa si appresta a varare". Lo riferisce una nota di palazzo Chigi. "Il presidente Obama - si legge nel comunicato - ha elogiato il ruolo di leadership svolto dal presidente Berlusconi sulla questione afgana e sui numerosi altri teatri di crisi, chiedendo il sostegno dell'Italia nel rafforzamento dell'impegno della comunità internazionale in Afghanistan". "Il presidente del Consiglio ha accolto positivamente questa richiesta ed entrambi hanno deciso che essa verrà approfondita nei dettagli in occasione di un prossimo incontro tra il ministro degli Esteri Frattini ed il segretario di Stato Clinton", conclude la nota di palazzo Chigi.
http://www.apcom.net/newspolitica/20091125_182300_113b474_77078.shtml

Pm Roma indaga sullo Ior Conto non trasparente

ROMA - Violazione della legge 231 del 2007 che disciplina, per gli istituti di credito, una serie di norme antiriciclaggio, tra cui la trasparenza della titolarita', sul deposito di conti correnti. Questa l'ipotesi di reato formulata dalla procura di Roma che ha aperto una indagine che coinvolge i rapporti tra l'Istituto Opere di religione (Ior), la Banca del Vaticano, e Unicredit. Si tratta di una inchiesta, coperta dal massimo riserbo, che riguarda secondo quanto si e' appreso uno o piu' conti correnti, nella titolarita' dello Ior, aperti in una filiale Unicredit di Roma. Depositi su cui sarebbero transitati almeno negli ultimi tre anni somme di circa 60 milioni di euro all'anno. La segnalazione della ''non trasparenza'' della titolarita' dei conti correnti e' stata fatta dall'Unita' di informazione finanziaria, la struttura di ''Financial intelligence'' italiana della Banca d'Italia al Nucleo speciale di Polizia valutaria della Guardia di finanza che indaga su delega del procuratore aggiunto della Capitale Nello Rossi e del pm Stefano Rocco Fava.
Leggi tutto: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2009/11/25/visualizza_new.html_1621153456.html

Giustizia, l'allarme dell'Anm: "Le Procure sono vuote, siamo vicini alla paralisi"

Roma, 25 nov. (Adnkronos) - Le Procure italiane sono vuote. E ''a fronte della situazione creatasi negli uffici giudiziari piu' esposti, le proclamazioni dell'intento di abbreviare i tempi del processo e di rafforzare la lotta al crimine appaiono prive di ogni credibilita'''. Lo afferma la Giunta dell'Associazione Nazionale Magistrati in un documento approvato oggi. Si tratta, si fa notare dell'"ultimo allarme sull'ulteriore aggravamento della situazione in molte procure della Repubblica, alcune delle quali totalmente prive sia del capo dell'ufficio sia dei sostituti; e molte altre, con scoperture di organico anche del 60 per cento''. L'Anm ricorda di aver a piu' riprese manifestato ''fortissime preoccupazioni'' per lo svuotamento degli organici delle Procure e che nei giorni scorsi numerosi procuratori hanno rilanciato l'allarme in una lettera inviata al Presidente della Repubblica. ''E' ormai evidente il rischio, anzi la certezza - afferma il sindacato delle toghe - di una vera e propria paralisi della giurisdizione, che si traduce nella abdicazione dello Stato al controllo del territorio, e alla tutela della sicurezza dei cittadini, in zone segnate dalla pesante presenza della criminalita' organizzata e mafiosa, e della delinquenza diffusa. Alcuni uffici giudiziari del Sud sono ormai completamente carenti di magistrati. In altri uffici, sia al Sud che al Nord, le scoperture di organico sono superiori al 60%. In un avamposto della lotta alla mafia come la Procura di Palermo mancano ben 16 pubblici ministeri''.
Continua ...
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/Giustizia-lallarme-dellAnm-Le-Procure-sono-vuote-siamo-vicini-alla-paralisi_4038014436.html

Alfano: "Non se ne parla proprio di ritirare il ddl intercettazioni".

Roma, 25 nov. (Adnkronos/Ign) - Di ritirare il disegno di legge sulle intercettazioni "non se ne parla nemmeno". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, all'uscita dalla sua audizione presso la Commissione parlamentare d'inchiesta sugli illeciti connessi al ciclo dei rifiuti. "Abbiamo proposto al Parlamento 15 mesi fa un disegno di legge -ha spiegato Alfano- che è stato già approvato dalla Camera dei deputati con una maggioranza a scrutinio segreto più ampia di quella che sostiene il governo Berlusconi". Quindi, ha continuato il ministro, "è una valutazione del Parlamento molto solida, irrobustita non solo dal voto finale a scrutinio segreto, ma anche da tutti i voti precedenti che sono stati operati presso la Camera, molti dei quali anche loro a scrutinio segreto". "Adesso -ha proseguito- il tutto è alla valutazione del Senato, quindi di ritirare quel disegno di legge non se ne parla nemmeno". Il Guardasigilli si è augurato poi che "l'impianto di fondo del disegno di legge resti inalterato perché noi vogliamo aumentare la privacy dei nostri concittadini, fare sì che non ci siano più abusi delle intercettazioni ed evitare che vi sia una spesa fuori controllo". Dunque, ha sottolineato ancora il ministro, "non intendiamo, e non lo faremo mai, tagliare le unghie ai magistrati, ma intendiamo rafforzare i diritti dei cittadini a cominciare da quello sulla privacy".
Continua ...
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/Alfano-Non-se-ne-parla-proprio-di-ritirare-il-ddl-intercettazioni_4037561529.html

martedì 24 novembre 2009

"Changes"

Allarme dell'Oms sul vaccino dell'H1N1 - "Gravi reazioni allergiche in Canada"

GINEVRA - In Canada è stato registrato un eccezionale numero di gravi reazioni allergiche a un tipo di vaccino contro l'influenza A. L'allarme è stato lanciato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. "Le autorità canadesi - ha spiegato il portavoce Thomas Abraham - stanno compiendo le corrette ricerche e hanno richiamato un lotto di vaccini della GlaxoSmithKline". Il portavoce ha assicurato che valgono ancora le raccomandazioni per la vaccinazione su larga scala, considerate dall'Oms il modo più efficace per combattere il virus. In Italia l'Agenzia nazionale del farmaco ha autorizzato tutti e tre i farmaci pandemici a disposizione: il Focetria prodotto dalla Novartis, il Pandemrix della Gsk e il Celvapan della Baxter. Il ministero della Salute, però, ha attualmente comprato e distribuito solo il Focetria. Nessun contrordine dell'Oms è arrivato al momento sul prodotto della Gsk. "Dobbiamo capire cosa è successo" ha insistito il portavoce. Il Canada è particolarmente colpito dalla pandemia influenzale che ha ucciso oltre 6.750 persone in tutto il mondo dal momento della sua comparsa in primavera. Fino ad oggi, le autorità sanitarie hanno registrato 200 morti e 36 casi di gravi reazioni sui 6,6 milioni di persone vaccinate, circa un quinto della popolazione.
Continua ...
http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/cronaca/nuova-influenza-6/vaccino-canada/vaccino-canada.html

Giustizia, il ddl arriva al Senato - Mancino: "Abbassare i toni"

ROMA - L'invito alla calma arriva proprio nel giorno in cui il ddl sul processo breve approda in Senato. "Dobbiamo tenere basso il livello dello scontro" dice il vicepresidente del Csm Nicola Mancino ai 230 capi degli uffici requirenti italiani che lo ascoltano. Un'esortazione dopo il duro scontro, tutt'altro che sopito, sulla giustizia. Esortazione che viene rilanciata anche dal presidente del Senato Renato Schifani: "Rivolgo un appello alle parti in causa ad abbassare i toni, la conflittualità e ad assumere atteggiamenti responsabili per fare proposte costruttive".
....................................
Ma proprio sulle intercettazioni arriva l'affondo del procuratore Grasso: "Il ddl intercettazioni, che e' ora all'esame del Senato dopo essere stato approvato dalla Camera, indebolisce gravemente l'azione di contrasto alla mafia".
Per Grasso, infatti, la lotta alla mafia fatta dal governo è "incoerente". Da un lato, infatti, "vengono propugnate politiche sulla sicurezza", dall'altro "vengono tolti, ai magistrati e alle forze di polizia, gli strumenti di contrasto contro il crimine organizzato. A partire dalle intercettazioni".
Leggi tutto: http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/politica/giustizia-18/ddl-aula/ddl-aula.html

Cannabis terapeutica, perche' gli ordini dei medici continuano a tacere?

Perché gli ordini dei medici non hanno ancora preso posizione sull'uso terapeutico della cannabis? E' ormai scientificamente dimostrato che la sostanza ha efficacia terapeutica e antidolorifica contro molte malattie, dall'Aids alla sclerosi multipla. Decine di migliaia di pazienti potrebbero beneficiare di questa sostanza, ma lo stigma derivante dall'attuale legislazione proibizionista sembra prevalere sulla scienza. E i medici, con rare e straordinarie eccezioni, tacciono.Per fortuna non esistono solo le associazioni italiane di medici. Negli Stati Uniti, le due associazioni mediche più rappresentative (la conservatrice American Medical Association e l'American College of Physicians) hanno chiesto al Governo di legalizzare e promuovere la cannabis a fini terapeutici, vista la mole di dati scientifici che ne prova l'efficacia. La più rappresentativa delle associazioni mediche statali, la California Medical Association, ha addirittura approvato una risoluzione in cui definisce il proibizionismo sulla cannabis una 'politica sanitaria fallimentare', per le conseguenze che la repressione ha sulla salute dei cittadini. Inoltre, numerose associazioni mediche non hanno mai temuto di schierarsi apertamente per la legalizzazione della cannabis terapeutica, offrendo decisivi contributi in campagne referendarie vinte ormai in oltre dieci Stati.La presa di posizione ormai unanime del mondo medico-scientifico negli Usa è accompagnata anche da una depenalizzazione de facto a livello federale voluta dall'Amministrazione Obama. E proprio in questi giorni per la prima volta uno Stato sta per tassare la vendita di cannabis ad uso terapeutico.Di fronte a tutto questo, il silenzio del mondo medico-scientifico italiano è sempre più imbarazzante, e per migliaia di pazienti questo significa continuare a soffrire inutilmente. Ma gli ordini dei medici servono solo a difendere gli interessi corporativi? Oppure dovrebbero anche servire a migliorare la qualità della vita dei pazienti?
http://www.aduc.it/comunicato/cannabis+terapeutica+perche+ordini+dei+medici_16712.php

FILIPPINE: ALMENO 46 LE VITTIME DELLA STRAGE

Manila, 24 nov. (Adnkronos/Dpa) - Si aggrava ancora il bilancio della strage compiuta ieri per motivi di rivalita' politica nelle Filippine. I morti sono almeno 46, e' stato reso noto a seguito del ritrovamento dei corpi senza vita di altre 22 persone vittime dell'attacco sferrato da un centinaio di uomini armati contro un convoglio di mezzi.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/FILIPPINE-ALMENO-46-LE-VITTIME-DELLA-STRAGE_4033262617.html

FINANZIARIA: TREMONTI, ALLO STUDIO NORMA PER TAGLIO COSTI PROVINCE

Roma, 24 nov. - (Adnkronos) - ''Si puo' risparmiare sul costo delle Province e sara' fatto. In Finanziaria stiamo studiando una norma molto forte sul numero degli assessori e dei consiglieri comunali e provinciali ma non andiamo in giro a dire che se si eliminano le Province si risparmiano 8mld di euro perche', comunque sia, c'e' il costo delle scuole e delle strade''. Ad affermarlo e' il ministro dell'Economia Giulio Tremonti intervenuto oggi all'assemblea della Uir.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Economia/FINANZIARIA-TREMONTI-ALLO-STUDIO-NORMA-PER-TAGLIO-COSTI-PROVINCE_4033538654.html

SENATO: RUSSO LASCIA IDV IN FAVORE DI ALLEANZA PER L'ITALIA

Roma, 24 nov. - (Adnkronos) - "Con una maggioranza ed un governo sempre piu' su posizioni populiste e di destra e con un Partito democratico che torna a presidiare l'area di sinistra dello schieramento politico italiano con l'elezione di Pier Luigi Bersani alla segreteria, mi sarei atteso ed ho lavorato per una svolta moderata nell'Italia dei Valori, che avrebbe potuto intercettare fasce sempre piu' ampie di popolazione che si attendono dalla politica moderazione, capacita' riformatrice e proposte di buonsenso. Purtroppo devo prendere atto che questa svolta non si e' verificata". Lo dichiara il senatore Giacinto Russo, nell'annunciare il passaggio dal gruppo di Italia dei valori al Misto nella componente di Alleanza per l'Italia.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/SENATO-RUSSO-LASCIA-IDV-IN-FAVORE-DI-ALLEANZA-PER-LITALIA_4033915184.html

MINORI: DA DOMANI OBBLIGATORIO PASSAPORTO INDIVIDUALE

Roma, 24 nov. - (Adnkronos) - In applicazione della nuova disciplina comunitaria in materia di passaporti, domani entrano in vigore due importanti modifiche all'attuale legge con le quali si sancisce, anche in Italia, l'obbligatorieta' del passaporto individuale per i minori ed una validita' differenziata a seconda dell'eta'. Con l'entrata in vigore del regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio n. 444/2009, recante disposizioni in materia di passaporti contenenti elementi biometrici, e' stato infatti introdotto il principio ''una persona - un passaporto'', secondo cui i passaporti devono essere rilasciati come documenti individuali, si legge in una nota della Farnesina.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/MINORI-DA-DOMANI-OBBLIGATORIO-PASSAPORTO-INDIVIDUALE_4033957795.html

Caso Marrazzo, sniffata killer per Cafasso: non era coca ma eroina pura che lo uccise in pochi attimi

Roma, 24 nov. (Adnkronos/Ign) - Soltanto dall'esito definitivo dell'indagine tossicologica che si concluderà in settimana emergeranno gli elementi per dare una spiegazione definitiva alla morte di Gianguerino Cafasso, uno dei protagonisti della vicenda Marrazzo, morto il 12 settembre scorso per overdose in un albergo di via Salaria. Su questa vicenda è aperto ormai da un mese un fascicolo dove si ipotizza contro ignoti il reato di morte conseguente ad altro delitto. Ma soltanto quando si conosceranno gli esiti dell'indagine tossicologica in corso si deciderà se l'ipotesi accusatoria debba essere mutata. Per la Procura di Roma gli elementi forniti dai primi accertamenti medico-legali fanno propendere per la tesi che Cafasso, cocainomane, possa essere morto in tempi rapidi dopo aver fatto uso di eroina. Eroina che considerato il suo stato di cocainomane cronico ha avuto un effetto mortale in tempi rapidi nel giro di pochi minuti. Per il momento, comunque, gli investigatori non si sbilanciano, in attesa delle conclusioni peritali. Al momento della morte con Cafasso c'era una trans, Jennifer, ascoltata nei giorni scorsi in Procura come testimone del fatto. E' sfuggita alla morte perché al contrario di Cafasso non ha fatto uso della sostanza che ha provocato il decesso del suo compagno.
Continua ...
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Caso-Marrazzo-sniffata-killer-per-Cafasso-non-era-coca-ma-eroina-pura-che-lo-uccise-in-pochi-attimi_4033354272.html

lunedì 23 novembre 2009

"Cultura del delitto e/o Impero della parola"

Epifania coccagliese.

SBIANCO NATAL

ministro ad personam

Difensori delle tradizioni cristiane

Processo breve, le stime dell'Anm: ''Prescritti il 50% dei procedimenti a Roma, Bologna e Torino''

Roma, 23 nov. (Adnkronos/Ign) - Con il ddl sul processo breve sarà prescritto il 50% dei procedimenti pendenti a Roma, Bologna e Torino. La stima è stata fatta dall'Associazione nazionale magistrati. A Firenze, Napoli e Palermo, mette in luce il sindacato delle toghe, l'estinzione riguarderà una percentuale di processi compresa tra il 20 e il 30%. "Eccoli - si legge in una nota - i numeri che il ministro ritiene che l'Anm, non possieda: Roma, Bologna e Torino oltre il 50%, Firenze, Napoli e Palermo, tra il 20 e il 30%. Sono queste - si spiega - le percentuali dei procedimenti in fase di udienza preliminare e dei dibattimenti in primo grado già prescritti, o dei quali sarebbe imminente la prescrizione, in caso di entrata in vigore del ddl sul processo breve". Dati che smentiscono "clamorosamente le rosee previsioni" del ministro Alfano, che alla Camera aveva parlato dell'1% della prescrizione dei procedimenti interessati dal ddl. Una rilevazione, si precisa, compiuta nei tribunali capoluogo dei maggiori distretti. L'Anm sottolinea come "sebbene si tratti dei primi dati comunicati dagli uffici giudiziari, sono calcolati su un campione particolarmente significativo e rappresentativo, poiché provengono dai Tribunali delle grandi città". Il sindacato delle toghe ora si aspetta "una discussione serena ma informata, che si estenda anche alla legge finanziaria e alle residue possibilità di prevedere risorse e stanziamenti adeguati al rilancio della giustizia".
Continua ...
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/Processo-breve-le-stime-dellAnm-Prescritti-il-50-dei-procedimenti-a-Roma-Bologna-e-Torino_4028820991.html

LHC, l'acceleratore è ripartito prime collisioni tra protoni

PIU' FORTE di guasti, briciole di pane che si infilano nei circuiti elettrici, profezie che lo condannano a un eterno sabotaggio dal futuro, l'acceleratore di particelle del Cern ha ripreso a funzionare e oggi pomeriggio le prime collisioni fra i protoni sono avvenute all'interno del suo tunnel. Neanche la denuncia alla Commissione per i diritti umani dell'Onu di un gruppo di cittadini preoccupati che le altissime energie dell'acceleratore possano causare un buco nero sulla terra è stata presa sul serio. Così oggi per la prima volta l'acceleratore Large Hadron Collider di Ginevra ha centrato il suo obiettivo, dopo che il 19 settembre del 2008, nove giorni dopo l'accensione, si era rotto a pochi passi dalla meta. E sugli schermi del Cern sono apparse le affascinanti fontane colorate con i frammenti degli scontri fra i protoni che schizzano in ogni direzione. In uno di questi frammenti i fisici del Cern sperano di scoprire particelle subatomiche finora ignote, che ci spieghino di cosa è composta la materia a livello dell'infinitamente piccolo e quali caratteristiche avesse l'universo nelle prime frazioni di secondo dopo il Big Bang.
Continua ...
http://www.repubblica.it/2008/12/sezioni/scienze/lhc/ripartito/ripartito.html

Belgio: per 23 anni lo considerano in coma, in realta' era cosciente

ROMA - Lo hanno creduto in coma profondo per 23 anni, ma in realta' e' sempre stato cosciente. Incredibile vicenda quella di un 46enne belga, Rom Houben, che dopo un incidente stradale resto' paralizzato e, secondo i medici, fini' in coma profondo. Nel 2006 pero' nuove analisi effettuate all'universita' belga di Liegi mostrarono che Rom era in effetti pienamente cosciente di quello che accadeva intorno a lui, anche se paralizzato. "Gridavo, ma non mi potevano sentire" ha raccontato Rom che comunica grazie a un sistema informatico. La sua storia e' stata svelata solo ora dal medico che lo ha salvato. (RCD)
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Belgio-anni-considerano-coma-realta-era-cosciente/23-11-2009/1-A_000062907.shtml

FINI: DIFENDERE PRIMA PARTE COSTITUZIONE DA RISCHI POTERE

(ASCA) - Trieste, 23 nov - La prima parte della Costituzione deve essere ''quotidianamente difesa dai rischi insiti nei meccanismi che determinano il consenso politico e l'esercizio del potere''. Lo ha detto il presidente della Camera, Gianfranco Fini, all'inaugurazione dell'anno accademico dell'universita' di Trieste, pur confermando che ''i valori fondanti dell'intero nostro ordine sociale'' appaiono ''ormai consolidati e destinati a durare''. Per Fini, ''il rispetto delle liberta' civili, la pari dignita' delle persone, l'eguale liberta' delle confessioni religiose, la piena liberta' di espressione, l'autonomia delle formazioni sociali, la dimensione universalistica dei diritti sociali, le varie declinazioni del principio di sussidiarieta' fanno ormai parte di un patrimonio davvero condivisio''.
http://www.asca.it/news-FINI__DIFENDERE_PRIMA_PARTE_COSTITUZIONE_DA_RISCHI_POTERE-876591-POL-1.html

Una 'pista bulgara' per gli alieni: "Hanno risposto a 30 domande"

Roma, 23 nov. (Apcom-Nuova Europa) - C'è una "pista bulgara" che porta agli alieni? Sì, secondo il quotidiano Novinar, ripreso oggi dalla Sofia News Agency. Il giornale ha scritto che gli extraterrestri avrebbero risposto a "30 domande" poste loro da ricercatori dell'Accademia delle Scienze di Bulgaria. Novinar sostiene che scienziati dell'Istituto di ricerche spaziali dell'Accademia delle Scienze bulgara starebbero lavorando alla decifrazione di una serie di pittogrammi - "cerchi nel grano" - con cui gli alieni avrebbero dato soddisfazione alle curiosità degli scienziati bulgari. Dai primi risultati, parrebbe che gli extraterrestri siano particolarmente critici nei confronti del genere umano per il suo comportamento amorale e per la sciatteria nel rapporto con la natura. "Attualmente sono tra noi, ci osservano per tutto il tempo.
Continua ...
http://www.apcom.net/news/primopiano/20091123_140600_33ec955_3310.shtml

Cucchi/ Il corpo presenta traumi molteplici e recenti

Roma, 23 nov. (Apcom) - Traumi molteplici e recenti sul corpo di Stefano Cucchi sono stati riscontrati nel primo esame svolto dopo la riesumazione della salma, a un mese dal decesso. Il legale della famiglia, il penalista Fabio Anselmo, ha spiegato che sono state riscontrate lesioni al cranio ed alla mandibola, che nella precedente autopsia non erano state notate. Sono state confermate, invece, le lesioni alla colonna vertebrale ed alle mani "anche se serviranno ulteriori accertamenti". Gli esami del pool di medici legali nominati dalla Procura di Roma e dalle parti, si dovrebbero concludere entro la fine della settimana. L'avvocato Anselmo ha detto: "E' un passaggio importante quello compiuto oggi, per arrivare alla verità. Rispetto alle cause del decesso e ad altre risposte rispetto ai quesiti posti bisognerà aspettare che le verifiche siano completate".
http://www.apcom.net/newscronaca/20091123_175300_3b005dd_76916.shtml

Russia: Poste, 33mila licenziamenti

(ANSA) - MOSCA, 23 NOV - Le poste russe pianificano di tagliare nel 2010 33.000 dei 415.000 dipendenti, in particolare nel settore del management.'Il risultato delle misure previste comportera' un graduale taglio del personale delle Poste di almeno l'8%', ha spiegato la societa'. E' l'ennesimo licenziamento di massa in Russia legato alla crisi: nelle scorse settimane erano stati annunciati quelli della casa automobilistica Avtovaz (27mila dipendenti) e della banca statale Sberbank (60mila).
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2009/11/23/visualizza_new.html_1620293304.html

AFGHANISTAN: OBAMA CONVOCA CONSIGLIO DI GUERRA

(AGI) - Washington, 23 nov. - Barack Obama ha convocato per questa sera il Consiglio di guerra per quella che "potrebbe" essere l'ultima riunione prima dell'annuncio della decisione sull'invio di altre truppe in Afghanistan. Alla riunione - la nona da quando ad agosto il presidente americano ha avviato una revisione della strategia in Afghanistan - partecipano, tra gli altri, il vicepresidente Joe Biden e il segretario di Stato, Hillary Clinton.
http://www.agi.it/rubriche/ultime-notizie-page/200911231719-pol-rom0032-afghanistan_obama_convoca_consiglio_di_guerra

CINA: 104 MORTI IN MINIERA XINXING, TAFFERUGLI TRA VEDOVE E POLIZIOTTI

Pechino, 23 nov. (Adnkronos) - Ci sono stati momenti di tensione sfociati in tafferugli in Cina tra la polizia e la folla di donne che aspettava notizie sui famigliari che erano al lavoro nella miniera di carbone di Xinxing, a Hegang vicino al confine con la Russia, dove per l'esplosione di sabato mattina 104 persone hanno perso la vita.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/CINA-104-MORTI-IN-MINIERA-XINXING-TAFFERUGLI-TRA-VEDOVE-E-POLIZIOTTI_4030252583.html

Caso Marrazzo, dopo Brenda è giallo sulla morte di Cafasso: potrebbe essere stato ucciso

Roma, 23 nov. (Adnkronos/Ign) - Gianguerino Cafasso, personaggio di primo piano nella vicenda Marrazzo, morto il 12 settembre scorso in una camera d'albergo di via Salaria, potrebbe essere stato ucciso. Inizialmente si era pensato che Cafasso, indicato come pusher e protettore di trans, fosse stato stroncato da un'overdose di cocaina, ma ora gli investigatori non escludono invece che possa essere la prima vittima del giallo che venerdì scorso ha visto anche la morte di Brenda, il trans che, come risulta dall'inchiesta, ebbe due incontri con l'ex presidente della Regione Lazio.
Continua ...
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Caso-Marrazzo-dopo-Brenda-e-giallo-sulla-morte-di-Cafasso-potrebbe-essere-stato-ucciso_4030100570.html

FILIPPINE: RECUPERATI 45 CORPI DOPO SEQUESTRO DI MASSA NEL SUD

Manila, 23 nov. (Adnkronos/Xin) - Le forze della sicurezza filippine hanno recuperato 45 cadaveri dopo il sequestro di massa compiuto nel sud del paese da un centinaio di uomini armati nella provincia di Maguindanao. Tra le vittime, ci sono numerosi uomini politici e giornalisti.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/FILIPPINE-RECUPERATI-45-CORPI-DOPO-SEQUESTRO-DI-MASSA-NEL-SUD_4030346408.html

Caso Orlandi, la testimone: "Marcinkus e Emanuela si incontrarono a Trovajanica"

Roma, 23 nov. - (Adnkronos) - Tra il presidente dello Ior cardinale Paul Marcinkus ed Emanuela Orlandi, rapita il 22 giugno del 1983, ci fu un incontro a Torvajanica. Successe quando la ragazza che aveva 15 anni era nelle mani dei suoi rapitori. La circostanza e' stata confermata nei giorni scorsi al procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo da Sabrina Minardi che fu legata a Renatino De Pedis, boss della banda della Magliana. Sui fatti rivelati dalla Minardi e' stata interrogata oggi al Palazzo di Giustizia la giornalista Raffaella Notariale, che sabato scorso per 'Rai News 24' ha intervistato la Minardi.
Secondo la donna, che e' supertestimone nella vicenda, dopo il rapimento la Orlandi fu portata a Torvajanica accompagnata da un certo Sergio, da De Pedis e dalla stessa Minardi. Qui rimase per 15 giorni e ricevette la visita del cardinale. Successivamente la rapita fu trasferita in un appartamento di Monteverde in via Pignatelli. Poi, affidata ad un sacerdote, fu riportata a Torvajanica. Qui, secondo il racconto raccolto dal magistrato e fatto dalla Minardi, la Orlandi fu uccisa e messa in un sacco.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Caso-Orlandi-la-testimone-Marcinkus-e-Emanuela-si-incontrarono-a-Trovajanica_4029615241.html

La 'verità' dell'amica di Brenda: ''Marrazzo la pagò 30mila euro e fu Natalie a preparare la trappola''

Roma, 23 nov. (Adnkronos/Ign) - "Sì, mi ha raccontato dei compensi. Era uscita con Marrazzo, poi mi ha chiamato e mi ha detto di andare a casa sua per vedere una cosa. In quella circostanza ho contato i soldi: erano 28 mila euro, 2.000 li aveva già spesi". E' il racconto di China, transessuale amica di Brenda, il viado coinvolto nel caso Marrazzo e trovato morto nel suo appartamento venerdì mattina, durante la registrazione di 'Porta a porta' in onda questa sera su Raiuno.
La trans ha risposto ad una domanda di Bruno Vespa sui compensi che Brenda avrebbe chiesto durante un incontro con l'ex presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo. Inoltre, ha proseguito China, "Brenda mi disse che a fare la trappola a Marrazzo erano state Natalie e Giosy. Non credo che conoscesse Marrazzo da otto anni. Lei non era solo gelosa di Brenda ma di tutte noi". Secondo China, Natalie "conosceva Cafasso. Non può dire che non lo conosceva", ha spiegato riferendosi ad una dichiarazione rilasciata da Natalie in cui aveva affermato di non conoscere Gianguerino Cafasso, personaggio di primo piano nella vicenda morto il 12 settembre scorso in una camera d'albergo di via Salaria. Sempre a proposito di Brenda, China ha sostenuto che la trans deceduta ''era una grande esperta di computer. Ci faceva quello che voleva". China ha anche detto di non aver "mai toccato il suo computer. Non aveva un filmato su quel pc altrimenti io l'avrei saputo". La transessuale ha infatti detto di essere stata la prima a sapere da Brenda di alcune foto in suo possesso che ritraevano Marrazzo.
Continua ...
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/La-verita-dellamica-di-Brenda-Marrazzo-la-pago-30mila-euro-e-fu-Natalie-a-preparare-la-trappola_4030101469.html

Terremoto Abruzzo, appalti pilotati - arrestati manager ed ex assessore Regione

PESCARA - Secondo gli inquirenti avrebbero agito da mediatori per pilotare, traendone profitto, l'aggiudicazione di un appalto da circa 15 milioni di euro. L'amministratore delegato della Fira Servizi, Claudio D'Alesio, di 50 anni, originario di Teramo, ma residente a Pescara, imprenditore, e l'ex assessore regionale al Lavoro di Forza Italia, Italo Mileti (59), di Pescara, sono stati arrestati dai carabinieri di Pescara con l'accusa di millantato credito per illecita intermediazione verso pubblici ufficiali nell'ambito della ricostruzione post terremoto all'Aquila. I due sono stati arrestati stamani alle 7 nell'ambito dell'operazione denominata "Ground Zero". L'ordinanza di custodia cautelare nei loro confronti è stata emessa dal gip del Tribunale di Pescara, Luca De Ninis, su richiesta del sostituto procuratore Gennaro Varone. Le indagini sono tuttora in corso.
http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/cronaca/terremoto-abruzzo/arresti-ricostruzione/arresti-ricostruzione.html

Australia: protesta ambientalisti, 130 in manette

SYDNEY - Circa 130 manifestanti sono stati arrestati oggi davanti al parlamento di Canberra, mentre in Senato infuriava il dibattito sul progetto di riduzione delle emissioni inquinanti di Co2, che il governo laburista sta cercando di far approvare prima del vertice Onu di Copenaghen. Gli ambientalisti chiedono che l'Australia riduca le emissioni, entro il 2020, del 40% rispetto al 2000. (RCD)
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Australia-protesta-ambientalisti-130-manette/23-11-2009/1-A_000062739.shtml

Afghanistan: due ministri indagati per corruzione

KABUL - Due ministri afghani sono indagati dalla magistratura di Kabul per corruzione. La circostanza e' stata confermata dal viceprocuratore della repubblica Fazal Muhammad Faqiryar, che ha parlato anche di indagini su altri funzionari del governo che potrebbero essere implicati nel giro di tangenti. Faqiryar ha anche confermato l'arresto di due funzionari del ministero per i Pellegrinaggi alla Mecca per una vicenda riguardante il trasferimento dubbio di 500mila dollari dall'Arabia saudita. I due ministri coinvolti, secondo indiscrezioni giornalistiche, sarebbero il ministro per i Pellegrinaggi alla Mecca e Affari Sediq Chakari e quello delle Miniere, Muhammad Ibrahim Adel, che avrebbe incassato 30 milioni di dollari per concedere a una impresa cinese lo sfruttamento di una delle miniere di rame piu' grandi del mondo. (RCD)
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Afghanistan-due-ministri-indagati-corruzione/23-11-2009/1-A_000062741.shtml